Secondo i ricercatori, i miglioramenti prognostici nella SM sono dovuti principalmente a due fattori, uno vero e uno falso

Secondo gli specialisti, negli ultimi 25 anni, un’epoca in cui si è assistito allo sviluppo delle terapie modificanti la malattia per la SM, la prognosi è cambiata considerevolmente e si è verificata una notevole riduzione di due intervalli di tempo dopo la diagnosi di sindromi clinicamente isolate (SCI): il tempo alla diagnosi di SM (del 68%) e il tempo all’inizio del trattamento (dell’84%).