Correlazione tra un’elevata attività beta della corteccia prefrontale e la gravità di ansia e depressione nei pazienti con PD

In uno studio condotto da ricercatori dell’Università della California (University of California) a San Francisco, negli Stati Uniti, è stata rilevata una correlazione significativa tra la gravità di depressione e ansia e un’elevata attività beta della corteccia prefrontale (CPF).