Un modello predittivo identifica i pazienti con demenza precoce a rischio di declino cognitivo rapido

All’AOCN [Asian Oceanian Congress of Neurology (Congresso di neurologia di Asia e Oceania)] 2021, gli specialisti hanno riportato i dettagli di un nuovo modello predittivo che potrebbe aiutare a identificare i pazienti con compromissione cognitiva lieve (Mild Cognitive Impairment, MCI) e malattia di Alzheimer (Alzheimer’s Disease, AD) ad alto rischio di declino cognitivo rapido.

Le manifestazioni cliniche e la progressione della funzione cognitiva variano tra i pazienti con MCI e AD. Sebbene esistano ampie variazioni tra i pazienti, essere in grado di prevedere il decorso e la progressione della malattia risulterebbe importante per i medici e le famiglie dei pazienti.

Il dott. Yung-Shuan Lin dell’Istituto di neurologia del Taipei Veterans General Hospital di Taiwan ha presentato i risultati di uno studio volto a sviluppare un modello predittivo per identificare i pazienti con malattia di Alzheimer (AD) o compromissione cognitiva lieve (MCI) che sono a maggior rischio di declino cognitivo rapido.