Il sensore transcranico portatile rileva e classifica rapidamente l’ictus

Secondo i ricercatori un dispositivo portatile palmare che differenzia rapidamente tra ictus ischemico ed emorragico potrebbe ridurre i ritardi nella diagnosi e nel trattamento dell’ictus acuto.

Il Dott. Shane Shahrestani dell’Università della California meridionale (University of Southern California) e dell’Istituto di tecnologia della California (California Institute of Technology) di Los Angeles, California, Stati Uniti, hanno fatto notare che il trattamento dell’ictus dipende dal sottotipo (ischemico o emorragico) e che per differenziare i due sottotipi generalmente si rende necessaria la diagnostica per immagini tramite TAC o RM. Tuttavia, i ritardi nel processo diagnostico, compresi i ritardi dovuti alla diagnostica per immagini, possono peggiorare la prognosi del paziente.

“Precedenti studi hanno dimostrato che il tempo che intercorre tra l’ictus e il trattamento può superare le 2 ore”, ha osservato il Dott. Shahrestani. “La maggior parte di questo tempo viene impiegato nel trasporto del paziente e nella diagnostica per immagini”.