Un nuovo studio evidenzia un legame tra durata del sonno e rischio di demenza

All’AAIC [Alzheimer’s Association International Conference (Conferenza internazionale dell’Associazione Alzheimer)] 2021 è stata evidenziata la rilevanza di una durata breve e persistente del sonno (meno di 6 ore al giorno) come fattore di rischio per lo sviluppo della demenza.

La Dott.ssa Séverine Sabia di INSERM [Institut National de la Santé et de la Recherche Médicale (Istituto nazionale di salute e ricerca medica)] a Parigi, Francia, ha riferito i risultati di un nuovo studio che ha esaminato l’associazione tra la durata del sonno a 50, 60 e 70 anni d’età e la demenza incidente.