Secondo gli specialisti, nuovi dati supportano l’uso precoce delle nuove DMT nei bambini con SM recidivante-remittente

I dati di un nuovo studio sull’uso delle nuove terapie modificanti il decorso di malattia (Disease Modifying Therapies, DMT) rispetto a quelle iniettabili in bambini con sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR) hanno portato alla richiesta di cambiamenti nella pratica clinica.

Il dott. Omar Abdel-Mannan del Great Ormond Street Hospital di Londra, nel Regno Unito, ha affermato che il miglioramento degli esiti osservato con l’uso delle nuove DMT aggiunge ulteriori evidenze a supporto del loro uso come trattamento di prima linea nella SM pediatrica.

Nella sua presentazione alla conferenza virtuale ICNA/CNS 2020, il dott. Abdel-Mannan ha riferito i risultati di uno studio osservazionale real-world che ha coinvolto 7 centri nel Regno Unito e un totale di 103 pazienti con diagnosi di SMRR trattati con DMT tra il 2012 e il 2018.