Uso della mexiletina oggetto di studio nelle miotonie non distrofiche

Nuovi risultati di uno studio multicentrico hanno evidenziato i potenziali benefici dell’agente antiaritmico di classe Ib mexiletina nel trattamento delle miotonie non distrofiche.

La dott.ssa Savine Vicart e i colleghi dell’Ospedale Pitié-Salpêtrière (Hôpital de la Pitié-Salpêtrière), Parigi, Francia, hanno presentato i risultati dello studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo MYOMEX su efficacia e sicurezza della mexiletina. 

Il gruppo dello studio includeva 24 pazienti (12 pazienti con miotonia congenita e 12 con paramiotonia congenita) che sono stati trattati con mexiletina per un periodo di 18-22 giorni, a partire da 200 mg/die, aumentati di 200 mg ogni 3 giorni fino a raggiungere la dose di 600 mg/die.