Mappatura dell’eterogeneità intratumorale epigenomica nel glioblastoma

I ricercatori hanno riferito che mappare il glioblastoma in tre dimensioni (3D) rivela una marcata eterogeneità intratumorale (EIT) epigenomica.

L’insuccesso di trattamento nel glioblastoma è spesso attribuito all’EIT, in quanto facilita la selezione di cloni resistenti, secondo la Dott.ssa Radhika Mathur dell’Università della California di San Francisco (University of California San Francisco), Stati Uniti. Tuttavia, l’entità dell’EIT epigenomica non è stata stabilita.

Pertanto, la Dott.ssa Mathur e colleghi hanno sviluppato un nuovo approccio topografico per caratterizzare l’EIT epigenomica in 3D. Hanno definito il volume tumorale mediante scansioni di imaging a risonanza magnetica (RM) pre-operatorie e, successivamente, hanno acquisito vari campioni in sede intra-operatoria.