Un’esposizione prolungata alle DMT è collegata all’uso ritardato della sedia a rotelle nella SM primariamente progressiva

Uno studio di registro di pazienti affetti da SM primariamente progressiva ha indicato che un’esposizione prolungata alle terapie modificanti il decorso di malattia (Disease Modifying Therapy, DMT) è associata all’uso ritardato della sedia a rotelle.

Specialisti provenienti da centri in tutta Italia hanno analizzato i dati di 1.214 pazienti presenti nel Registro italiano SM, con almeno tre valutazioni mediante la Scala estesa dello stato di disabilità (Expanded Disability Status Scale, EDSS) e almeno 3 anni di follow-up. Hanno utilizzato dei modelli per valutare in che modo l’uso di DMT influenzasse il rischio di raggiungere un punteggio EDSS pari a 6 e 7 (disabilità grave).