Collegamento tra il carico dell’attività epilettiforme e gli esiti nei pazienti critici

Concetti da ricordare

  • Un maggiore carico dell’attività epilettiforme è associato a esiti funzionali peggiori al momento della dimissione nei pazienti ricoverati in condizioni acute. Le misure automatizzate dei dati registrati mediante elettroencefalogramma continuo (continuous Electroencephalogram, cEEG) potrebbero fornire utili informazioni prognostiche nella ricerca clinica.

Perché è importante

  • L’attività epilettiforme è definita come crisi epilettiche e pattern periodici e ritmici simili a crisi epilettiche dell’attività cerebrale e viene rilevata in un massimo del 50% dei pazienti in terapia intensiva sottoposti a monitoraggio cEEG.

  • La rilevanza del carico dell’attività epilettiforme per gli esiti in un’ampia gamma di pazienti e condizioni non è chiara. Un approccio automatizzato di apprendimento automatico per annotare e interpretare i dati cEEG dei pazienti ricoverati potrebbe essere uno strumento utile per fornire una rapida consulenza prognostica.