Sfruttare dati eterogenei per studiare le neuroscienze cognitive dello sviluppo

Il Dott. Alexander Cohen del Boston Children’s Hospital, Massachusetts, Stati Uniti, durante la sua relazione al congresso annuale della Società di neurologia pediatrica (Child Neurology Society, CNS) 2021 ha presentato degli approcci per affrontare l’eterogeneità dei dati di ricerca e dei pazienti, studiando al contempo lo sviluppo del comportamento e lo sviluppo della struttura e della funzione cerebrale.

Le neuroscienze cognitive e dello sviluppo tradizionali sono state basate su confronti a livello di gruppo. Tuttavia, nel recente passato, la popolazione di pazienti è diventata molto meno dicotomica e l’aggregazione dei risultati in gruppi o fenotipi evidenti è diventata difficile, soprattutto quando si ha a che fare con misure in cui le dimensioni degli effetti sono molto più piccole.