Oftalmoplegia internucleare e paradosso clinico-radiologico nella sclerosi multipla

Concetti da ricordare

  • Il modello basato sul fascicolo longitudinale mediale e sull’oftalmoplegia internucleare è uno strumento idoneo per studiare il paradosso clinico-radiologico nella sclerosi multipla.

Perché è importante

    Il paradosso clinico-radiologico nella sclerosi multipla è definito come una discrepanza tra le lesioni visibili nelle scansioni di imaging e la disabilità clinica. Una migliore comprensione di questo paradosso potrebbe permettere di identificare surrogati più sensibili e specifici delle recidive e della progressione della disabilità. Si tratta del primo studio in cieco condotto per esaminare le lesioni del fascicolo longitudinale mediale in un gruppo non selezionato di soggetti affetti da sclerosi multipla. I risultati suggeriscono che l’individuazione di oftalmoplegia internucleare mediante oculografia a infrarossi è un criterio di valutazione dell’esito funzionale sensibile e clinicamente rilevante e potrebbe aiutare a orientare le scelte terapeutiche.