L’interazione tra lesioni pretermine della sostanza bianca e volume talamico in età scolare predice la cognizione

Concetti da ricordare

  • Tra i neonati pretermine con lesioni della sostanza bianca, la compromissione dello sviluppo talamico persiste nell’infanzia, indipendentemente dallo sviluppo cerebrale complessivo. Tale interazione tra lesioni della sostanza bianca e crescita talamica può essere utilizzata per predire la cognizione in età scolare.

Perché è importante

  • Le nascite pretermine sono in aumento, ma nonostante i progressi nelle cure neonatali, molti di questi bambini presentano ritardi significativi nello sviluppo neurologico rispetto ai coetanei nati a termine.

  • Le lesioni della sostanza bianca (White Matter Injury, WMI) sono state implicate in molti dei deficit cognitivi e motori in questi bambini e il talamo rappresenta una regione d’interesse fondamentale.

  • Tuttavia, il rapporto tra WMI precoci, volume talamico in età scolare ed esiti neuroevolutivi non è stato ancora caratterizzato.