Il punteggio di previsione del rischio di crisi epilettiche nei pazienti ricoverati è stato convalidato in un nuovo studio

Il punteggio 2HELPS2B per la previsione del rischio di crisi epilettiche nei pazienti ricoverati in ospedale è stato convalidato in uno studio riportato alla conferenza dell’Accademia americana di neurologia (American Academy of Neurology, AAN) 2021.

Il dott. Mohammed Tabaeizadeh dell’istituto di medicina Baylor (Baylor College of Medicine) e Massachusetts General Hospital di Boston, Stati Uniti, ha affermato che le crisi epilettiche subcliniche ed elettrografiche sono relativamente comuni (10-12%) nei pazienti ricoverati in ospedale. Le crisi epilettiche elettrografiche sono associate a esiti clinici peggiori, compreso un aumento del rischio di epilessia in futuro.

Il sistema di punteggio 2HELPS2B è stato sviluppato per facilitare la previsione e aiutare a indirizzare l’uso del monitoraggio continuo con elettroencefalogramma (continuous Electroencephalogram, cEEG). Prende in considerazione fattori che includono frequenza al di sopra di 2 Hz, scariche epilettiformi sporadiche indipendenti, scariche lateralizzate periodiche, attività delta ritmica lateralizzata, scariche bilaterali periodiche indipendenti e crisi epilettiche pregresse.