Differenze di vedute tra genitori e medici sulla prognosi dei neonati gravemente malati

Un nuovo studio ha rivelato in che misura genitori e medici hanno percezioni diverse sulla prognosi dei neonati in un’unità di terapia intensiva (UTI).

La Dott.ssa Sarah Bernstein del Centro medico dell’Università Duke (Duke University Medical Center), a Durham, Carolina del Nord, Stati Uniti, ha condotto uno studio longitudinale di genitori e medici che assistono neonati affetti da condizioni neurologiche in un’UTI.

Un totale di 56 coppie genitore-medico (diadi) ha compilato un sondaggio post-consultazione sugli esiti motori, linguistici e cognitivi attesi. Per ogni domanda sono state fornite 6 possibili risposte: