In che modo il declino cognitivo soggettivo è associato alla neurodegenerazione?

Concetti da ricordare

  • Poiché l’associazione del punteggio del declino soggettivo della memoria (Subjective Memory Decline, SMD) con il livello di neurodegenerazione differisce tra persone con normali funzioni cognitive, persone con stadi precoci e persone con stadi tardivi di demenza, quest’ultima deve essere interpretata in modo diverso lungo il continuum dalle normali funzioni cognitive alla demenza di Alzheimer.

Perché è importante

  • Le persone con declino cognitivo soggettivo (Subjective Cognitive Decline, SCD) ma senza demenza presentano un maggiore rischio di successivo declino cognitivo oggettivo e demenza, attribuibili alla SMD. Inoltre, gli studi di neuroimaging mostrano che questa popolazione di pazienti presenta livelli maggiori di biomarcatori indicativi di malattia di Alzheimer.

  • L’associazione del SCD con la potenziale patologia sottostante nei pazienti con compromissione cognitiva lieve o diagnosi di demenza di Alzheimer non è chiara.

  • I risultati di questo studio potrebbero aiutare i medici a identificare i pazienti che presentano un maggiore rischio di neurodegenerazione in tutto il continuum, dalle normali funzioni cognitive alla malattia di Alzheimer.