Come le cellule del glioblastoma si adattano ai microambienti

Se da una parte è stato stabilito che le cellule staminali tumorali (Cancer Stem Cell, CSC) sono importanti per l’eterogeneità fenotipica del glioblastoma, poiché consentono la progressione del tumore, dall’altra rimane da chiarire se le CSC costituiscano un’entità stabile (sottopopolazione clonale con proprietà uniche) oppure se rappresentino uno stato cellulare reversibile che può essere acquisito da tutte le cellule tumorali. Un nuovo studio condotto in Lussemburgo e in Germania suggerisce che l’eterogeneità fenotipica è una conseguenza della loro plasticità intrinseca.