neurodiem-image

Punti salienti della conferenza virtuale dell’SNO 2020

La conferenza virtuale della Società di neuroncologia (Society for Neuro-Oncology, SNO) 2020 ha incluso molte presentazioni su nuovi e potenziali trattamenti, in particolare per il glioblastoma. I seguenti tre studi sono stati particolarmente interessanti, poiché hanno mostrato i promettenti progressi che si stanno compiendo.

Nuove terapie di attivazione dei linfociti T più inibizione del checkpoint nel glioblastoma di nuova diagnosi

Sono emersi nuovi dati da uno studio di una combinazione di vaccinazione per antigeni noti associati al tumore, elicitati da plasmidi di DNA sintetici per hTERT [human Telomerase Reverse Transcriptase (telomerasi trascrittasi inversa umana)], il gene WT-1 e PSMA [Prostate-Specific Membrane Antigen (antigene di membrana specifico della prostata)] con stimolazione sincrona dell’interleuchina-12 (IL-12), con blocco di PD-L1 [Programmed Death-Ligand 1 (ligando di morte cellulare programmata-1)] mediante cemiplimab, nel glioblastoma di nuova diagnosi (presentazione LTBK-01).