Alta frequenza di neurotossicità associata a terapie CAR-T nei pazienti affetti da linfoma

Uno studio longitudinale su pazienti affetti da linfoma e trattati con terapia CAR-T [Chimeric Antigen Receptor T cell (a base di linfociti T esprimenti un recettore chimerico per antigene)] ha rivelato un’alta frequenza di neurotossicità, evidenziando la necessità di effettuare valutazioni neurologiche dei pazienti prima e, ripetutamente, dopo le infusioni della terapia. I ricercatori francesi indicano la necessità di linee guida per migliorare il riconoscimento precoce della neurotossicità e la sua gestione.