Demenza frontotemporale genetica: decodifica dei suoi fenotipi motori

Concetti da ricordare

  • Nei casi genetici di demenza frontotemporale (DFT), sono presenti molteplici cluster naturali di segni motori, ciascuno correlato a specifici pattern di atrofia cerebrale. La loro gravità motoria dipende dal tempo all’insorgenza prevista e dal gene interessato.

Perché è importante

  • I disturbi motori sono sempre più riconosciuti come parte dello spettro clinico della DFT, ma manca una caratterizzazione fenotipica dettagliata sulle caratteristiche motorie.

  • Queste associazioni genetiche possono aiutare a guidare le valutazioni diagnostiche, il processo decisionale clinico e lo sviluppo di trattamenti modificanti il decorso di malattia o preventivi.