Analisi del legame tra microbiota intestinale e AD

Nuovi riscontri suggeriscono che le dinamiche funzionali del microbiota intestinale (MBI) potrebbero fungere da potenziale biomarcatore della malattia di Alzheimer (Alzheimer’s Disease, AD) e della neurodegenerazione.

Specialisti dei centri di Milano e Ginevra, Svizzera, hanno analizzato campioni fecali ed ematici raccolti da 72 anziani con diversi livelli di performance cognitiva, tra cui la demenza.

Gli specialisti hanno utilizzato metodi diversi, tra cui saggi di sequenziamento e di citometria a flusso, per determinare la composizione batterica dei campioni fecali e misurare i livelli ematici di lipopolisaccaridi (LPS), acidi grassi a catena corta (AGCC), acetato, propionato, valerato, butirrato e molecole di adesione circolanti.