Valutazione del fattore neurotrofico cerebrale sulla compromissione motoria e cognitiva nella malattia di Parkinson

Concetti da ricordare

  • La sovraespressione del fattore neurotrofico cerebrale (Brain-Derived Neurotrophic Factor, BDNF) ha ridotto significativamente la compromissione motoria e cognitiva, suggerendo che il BDNF potrebbe avere un effetto neuroprotettivo.

Perché è importante

  • Il BDNF si è recentemente dimostrato promettente come potenziale trattamento per la malattia di Alzheimer, ma il suo ruolo nella malattia di Parkinson (MP) non è noto.

  • I risultati di questo studio indicano che il BDNF può essere un candidato terapeutico per le malattie neurodegenerative associate alla compromissione mitocondriale.