Effetto dei livelli di vitamina D sugli esiti della sclerosi multipla

Concetti da ricordare

  • Non esiste alcuna associazione tra i livelli di 25‑idrossivitamina D (25[OH]D) geneticamente predetti e gli esiti della malattia nei soggetti affetti da sclerosi multipla (SM).

Perché è importante

  • Bassi livelli di 25(OH)D possono essere associati a un aumento dell’attività della malattia nei soggetti affetti da SM.

  • I livelli di 25(OH)D possono essere parzialmente determinati geneticamente mediante punteggi poligenici (PolyGenic Score, PGS) e possono essere utili per determinare gli esiti della malattia nei soggetti affetti da SM.