Lo stato di adozione influisce sulla struttura cerebrale negli adolescenti con HIV acquisito in fase perinatale?

Concetti da ricordare

  • L’integrità della sostanza bianca (White Matter, WM) risulta compromessa negli adolescenti con virus dell’immunodeficienza umana acquisito in fase perinatale (Perinatal Human Immunodeficiency Virus, PHIV), a prescindere dallo stato di adozione e nonostante l’efficacia della terapia antiretrovirale combinata (combination AntiRetroviral Therapy, cART).

Perché è importante

  • L’HIV è associato a esiti neurologici negativi e tali complicanze possono comunque verificarsi nonostante la cART soppressiva.

  • L’adozione è stata precedentemente associata a incuria e malnutrizione, con conseguente alterazione dello sviluppo cerebrale a prescindere dallo stato di HIV.

  • Questo studio rivela che gli adolescenti con PHIV manifestano un carico neuropatologico maggiore rispetto ai soggetti HIV-negativi, il che è improbabile sia causato dall’adozione, ma potrebbe essere correlato al loro stato di HIV. Il periodo dell prime fasi delle vita può rappresentare un’opportunità critica di intervento clinico per prevenire il danno cerebrale associato all’HIV successivamente nella vita.