Obesità e razza spiegano gli esiti neurocognitivi differenziali in soggetti statunitensi?

Concetti da ricordare

  • I soggetti affetti da obesità hanno una cognizione inferiore al baseline, ma subiscono un declino più lento dopo aver tenuto conto della pressione arteriosa sistolica (PAS) e della glicemia plasmatica a digiuno (Fasting Plasma Glucose, FPG), sebbene la razza non modifichi l’associazione.

Perché è importante

  • La relazione tra obesità e compromissione cognitiva è importante dato l’aumento globale della prevalenza dell’obesità.

  • Chiarire le relazioni tra obesità e cognizione, oltre a stabilire se la razza modula eventuali interazioni, può fornire ai medici informazioni su come intervenire per affrontare sia la compromissione cognitiva che l’obesità.