Il trasferimento diretto all’unità di angiografia migliora il tasso di riperfusione e la disabilità post-ictus nella LVO

I nuovi dati provenienti da una sperimentazione randomizzata e controllata indicano una riduzione dei ritardi ospedalieri e un miglioramento del tempo tra l’insorgenza e la riperfusione e della disabilità post-ictus mediante trasferimento diretto all’unità di angiografia (TDUA) nei pazienti con occlusione dei grandi vasi (Large Vessel Occlusion, LVO).

I ricercatori dell’Hospital Universitari Vall d’Hebron, Barcellona, Spagna, hanno confrontato l’impatto del TDUA con il convenzionale trasferimento diretto alla tomografia computerizzata (TDTC) in 147 pazienti con LVO nelle 6 ore dall’insorgenza dell’ictus.