L’EEG continuo è utile per predire le crisi epilettiche nei neonati a rischio

Secondo quanto riferito dai ricercatori alla conferenza della Società americana per l’epilessia (American Epilepsy Society, AES), i risultati dell’elettroencefalografia continua (cEEG) nella prima ora di monitoraggio nei neonati a rischio sono ‘altamente predittivi’ di eventuali crisi epilettiche nelle 24 ore successive.