Compromissione cognitiva in adulti con sclerosi multipla a esordio pediatrico

Concetti da ricordare

  • I soggetti affetti da sclerosi multipla (SM) a esordio pediatrico hanno maggiori probabilità di presentare una compromissione cognitiva classica rispetto ai soggetti affetti da SM a esordio in età adulta con età o durata della malattia simili. La cognizione sociale può essere influenzata nei soggetti con esordio della SM a un’età ≤15 anni.

Perché è importante

  • Sebbene la maggior parte dei soggetti sviluppi la SM in età adulta, per una minoranza significativa (dal 3 al 10%) l’esordio della malattia si verifica nell’infanzia. Sono emerse svariate differenze nei soggetti con SM a esordio pediatrico rispetto a quelli con esordio in età adulta, comprese le manifestazioni cliniche e l’attività infiammatoria, ma anche per quanto riguarda la cognizione.

  • La cognizione sociale, compresa la Teoria della mente (Theory of Mind, ToM), può essere particolarmente colpita nei soggetti affetti da SM. A causa delle fasi critiche della crescita cerebrale, della mielinizzazione e della maturazione della rete neurale che si verificano durante l’infanzia, è importante comprendere in che modo l’età di esordio può influenzare la cognizione nella vita adulta.