Il cervello dei pazienti con AD evidenzia un’espressione alterata delle proteine (ma non dell’RNA)

Una nuova ricerca dimostra che le alterazioni proteomiche nel cervello dei pazienti con malattia di Alzheimer (Alzheimer’s Disease, AD) sono correlate alla patologia della malattia, ma potrebbero non essere osservabili a livello di RNA.

“I processi biologici che vengono alterati nel cervello affetto da AD non sono completamente compresi”, ha affermato il dott. Erik Johnson dell’Università Emory (Emory University) di Atlanta, Georgia, Stati Uniti. “Di recente abbiamo eseguito un’analisi proteomica di oltre 2.000 cervelli per comprendere meglio queste alterazioni. Ha evidenziato le alterazioni degli astrociti e della microglia come probabili fattori chiave della malattia”.