Le alterazioni nei metaboliti cerebrali sono collegate alla compromissione cognitiva negli adulti affetti da HIV

Concetti da ricordare

  • I metaboliti distorti durante l’infezione da HIV precoce sono principalmente limitati ai gangli della base e la terapia antiretrovirale di combinazione è efficace nel ridurre la neuroinfiammazione.

Perché è importante

    La risonanza magnetica spettroscopica consente l’analisi non invasiva delle alterazioni dei metaboliti legate a processi patologici in condizioni come l’HIV. Questi nuovi risultati potrebbero portare allo sviluppo di agenti mirati alle vie del segnale di N-acetil aspartato riducendo la neuroinfiammazione, la quale alla fine potrebbe ridurre la compromissione cognitiva nei soggetti con HIV.